Giubbe Rosse

Giubbe Rosse

anomalie nel paradigma

"Quando mutano i paradigmi, il mondo stesso cambia con essi. Guidati da un nuovo paradigma, gli scienziati adottano nuovi strumenti e guardano in nuove direzioni. Ma il fatto ancora più importante è che, durante le rivoluzioni, gli scienziati vedono cose nuove e diverse anche quando guardano con gli strumenti tradizionali nelle direzioni in cui avevano già guardato prima. Dopo un mutamento di paradigma gli scienziati non possono non vedere in maniera diversa il mondo in cui sono impegnate le loro ricerche".
Thomas S. Kuhn

DRAGHI: IL NUOVO METTERNICH INVIATO DA WASHINGTON

Che cosa ha detto Mario Draghi al Global Solutions Summit 2021: a) Il globalismo è un paradigma irreversibile. Problemi e conflitti si risolveranno sempre più in futuro con soluzioni globali, pianificate dall’alto da organismi sovranazionali. b) Dobbiamo vaccinare tutto il mondo, ma solo con vaccini a mRNA. Vaccinarsi diventerà d’ora in poi un gesto abituale. c) Lo spazio della sovranità è l’UE. Nessun margine per il ritorno alle sovranità nazionali. d) Con la Cina si deve dialogare, ma anche esigere un allineamento spontaneo all’Occidente. Draghi si conferma non solo l’uomo di Biden, ma anche il novello Metternich: il pompiere venuto a spegnere definitivamente l’incendio sovranista in Italia. E, forse, in Europa.

INCLUSIONE: LA PAROLA MAGICA PER IMPORRE L’ESCLUSIONE DEL DISSENSO

La prova conclusiva che la neolingua è diventata l’idioma comune al giorno d’oggi è data dal fatto che i fanatici dell’inclusione sono i primi a rallegrarsi dell’esclusione dei loro avversari dall’agone politico. La presunta battaglia contro la “discriminazione delle minoranze”, come sono soliti chiamarla, a ben guardare è solo la sovrastruttura con la quale le élite progressiste cercano oggi di imporre se stesse alla guida della società. Un modello, il loro, che non potrebbe essere più elitarista e anti-egualitario, ma che in questa fase di transizione, in cui la democrazia resiste ancora sul piano formale, ha ancora bisogno della giustificazione morale della “battaglia in favore dei più deboli” prima di affermarsi definitivamente.

CACCIARI E L’IRRECUPERABILE RITARDO DELLA SINISTRA CON LA STORIA

Cacciari sogna di ripristinare di colpo la supremazia dei principi fondamentali sanciti dalle costituzioni sullo strapotere delle corporation private. In sé, niente di sbagliato, anzi. Il suo è un appello che qualunque persona di buon senso non può che sottoscrivere. C’è solo un problema: questo processo non è certo nato il 6 gennaio ed è … Leggi tutto

PERCHÉ DE BENEDETTI HA RAGIONE

Intervistato da Lilli Gruber a Otto e mezzo, l’ing. Carlo De Benedetti dice che con Salvini e la destra al governo l’Europa ci chiuderebbe i rubinetti finanziari. Ha ragione. Occorre mettere da parte astio e risentimento e prendere atto della triste realtà.

BROGLI IN PENNSYLVANIA. IL PRECEDENTE DEL 1993

Il caso Stinson-Marks, alle elezioni suppletive per il Senato della Pennsylvania del 1993, presenta analogie sorprendenti con le denunce di brogli nel voto per posta attualmente in corso negli USA Ai primi di novembre del 1993, nel secondo distretto senatoriale della Pennsylvania (Nord Filadelfia), si svolge un’elezione suppletiva per coprire il seggio del Senato statale … Leggi tutto

Pfizer-BioNTech? Un vaccino per i ricchi

A dirlo è una testata al di sopra di ogni sospetto come Bloomberg. Una volta scongelato, il vaccino va a male dopo 5 giorni. Dalla produzione al trasporto, dallo stoccaggio fino alla somministrazione, richiede una catena del freddo ad alta efficienza del tutto irrealizzabile in paesi poveri o con infrastrutture precarie, dove servirebbero investimenti massicci … Leggi tutto

UN FALCO IN ABITI DA DONNA

Chi è Michèle Flournoy, il nome più gettonato per ricoprire la carica di Segretario alla Difesa nell’amministrazione Biden. Joe Biden non è ancora ufficialmente il nuovo presidente degli Stati Uniti, sebbene ad oggi tutto indichi che lo sarà. Mentre ancora deve iniziare la controffensiva legale di Trump, dietro le quinte è già partito fin da … Leggi tutto

NEGAZIONISTI PER CASO

Le nuove misure restrittive che i governi europei si accingono ad adottare per far fronte all’emergenza Covid stanno suscitando vivaci proteste anche in Germania. Così come in Italia, il mondo dell’arte e dello spettacolo si accorge improvvisamente che la pandemia miete vittime non solo tra chi contrae il virus, ma anche e soprattutto tra chi viene obbligato per legge alla chiusura dell’attività e viene privato, in tal modo, della propria fonte di reddito e di sostentamento. Un risveglio tardivo che conferma non solo l’ormai ben noto distacco della classe intellettuale rispetto al resto della popolazione, ma anche il monadismo di una società sempre più verticale quanto più si illude di poter risolvere i conflitti per via orizzontale.